accendino con ricetta
accendino con ricetta

Le ricette sono infinite, ma non bastano mai. Noi (non sarò l’unica, vero?) ne facciamo volentieri incetta, sperando di trovare qualche idea per rivisitare le nostre o scoprirne di nuove e migliori.

Noi (idem, come sopra) siamo accumulatrici compulsive di ricette. Le ritagliamo dalla riviste, dai giornali, le salviamo sul pc, le compriamo in libreria. E non sono mai abbastanza. Fortunatamente sono ovunque. Ma proprio dappertutto.

Le abbiamo trovate (e subito fatte nostre) due giorni fa anche sugli accendini.

Da una parte sono stampati gli ingredienti, sull’altra si può leggere la preparazione del piatto da realizzare. Ecco l’ultimo food gadget scovato a Bologna: l’accendino con ricetta. L’abbiamo scoperto nella tabaccheria di via del Pratello (angolo via Pietralata). Accendini al sapore di crème brulée, cheesecake, brownies, strudel e tiramisù. Ognuno con bandiera di sfondo, relativa al paese di provenienza del dolce in questione.

accendino con ricetta (fronte)
accendino con ricetta (fronte)

Ovviamente non abbiamo resistito e ne abbiamo acquistato uno subito. “Sicura?”. La Signora dei tabacchi non sembrava molto convinta della scelta. Mica dell’accendino. Del dolce. “E’ che non lo faccio mai… è così complicato”, ho cercato di giustificarmi. “Ma se è la torta più semplice al mondo”, è intervenuta una ragazza in fila. Il disappunto della Signora si è esplicitato subito dopo:  “Io preferisco i dolci più classici, tipo… tipo la torta di mele”. La torta che mi riesce meglio è propria quella. E quella non c’era, comunque. “Però vedo che piace, perché il cheesechake è quello che ho venduto di più”. Cara, la Signora.

accendino con ricetta (retro)
accendino con ricetta (retro)

Ora però c’è un problema. Io gli accendini li smarrisco nel giro di una settimana, molto più in fretta dei ritagli di giornale. Riuscirò a trovare la panna acida prima di perdere il mio nuovo accendino?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *