tavolo di Bolpetta
tavolo di Bolpetta

Ci voleva la fantasia della mia amica Vittoria per farmi entrare in uno dei ristoranti che hanno aperto a Bologna nell’ultimo anno.

Siamo un po’ tradizionalisti, qui sotto le Due Torri. E sul cibo anche un pochino snob. Le novità però mi incuriosiscono. E anche l’idea di cambiare location per una dose maxi di confidenze tra amiche.

Ci voleva, quindi, un’entusiasta Vicky a trascinarmi nel regno della polpetta cittadino, che tra l’altro a fine anno ha aperto un altro ristorante anche a Cagliari (in Salita Santa Chiara 15).

Bolpetta
Bolpetta

Ci sono arrivata come sempre tardi, quando il locale in via Santo Stefano 6, si stava svuotando. La fame non era tanta, quindi non mi sono addentrata in proposte che mi prometto di provare in questo 2014.

Tre piatti mi incuriosiscono. “Lilli e il vagabondo” (8 euro) è il primo. Trattasi di spaghetti alla chitarra con pomodoro fresco e polpetta di verdure. Ovviamente la curiosità è principalmente legata all’amore per il romantico cartone canino. Bau.

Il secondo piatto è “Boltellini”, tortellini “sferici alla nostra maniera in brodo di carne” (15,50 euro), recita il menu. Nonostante la mia amica Vichy provenga dalla terra del tortellino, Castelfranco Emilia – paese di confine tra Modena e Bologna, dove una leggenda dice furono inventati i tortellini, ispirati dall’ombelico di una donna, spiata dalla serratura – sarebbe di sicuro stata curiosa anche lei. Li avremmo vivisezionati, con il naso arricciato come le sorellastre di Cenerentola, poi avremmo emesso il nostro verdetto.

bolpette e stelle di Natale
bolpette e stelle di Natale

Il terzo piatto in agenda per il 2014 è “La principessa sui piselli (8 euro). Non fate quel sorrisetto, e cercate di comprendere tutte coloro sono state svezzate con quella fiaba e quindi decine di volte paragonate all’altezzosa protagonista della storia di Andersen.

Alla fine, sia io che Vittoria ci siamo buttate su qualcosa di meno stravagante e leggermente più ligth. Io ho preso le “Meatballs” (9 euro), polpette piastrate di manzo rosso romagnolo e senape dolce con patate al forno.

le mie "Meatballs"
le mie “Meatballs”

Ho forse esagerato (al contrario) con la cottura: al sangue, le ho chieste, e al sangue erano. Della senape ho fatto il bis: ne sono ghiotta e poi si sposa bene con la carne cruda.

La serata è stata piacevolissima. E la cornice era davvero carina.

Con Vittoria è sempre un piacere chiacchierare.

Il menu è da provare. Ci torneremo, anche perché la prima impressione non è stata per nulla malvagia.

con Vittoria da Bolpetta
con Vittoria da Bolpetta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *