Taverna degli Artisti (particolare)
Taverna degli Artisti (particolare)

La serie B in fondo non è malaccio. Scopri piccole città, paesotti dimenticati da Dio. Entri in stadi che hai sentito solo nominare e che sono sempre più piccoli e sgarrupati di quel che immagini, ma spesso l’accoglienza risulta migliore delle grandi cattedrali del calcio nostrano. Se segui una squadra che mira a risalire hai anche la possibilità di scrivere più di vittorie che di sconfitte o di scialbi pareggi, cosa che succede più di frequente in A se quella stessa squadra mira a salvarsi.

Stadio Tombolato
Stadio Tombolato

L’ultima trasferta è stata a Cittadella, ieri. Borghetto delizioso, con uno stadio – il Tombolato – alto come una villetta bifamiliare. Il Bologna ha portato a casa una vittoria di misura firmata da Karim Laribi.

Stadio Tombolato tribuna e campo
Stadio Tombolato tribuna e campo

Prima del match ci siamo fermati a pranzare, su suggerimento di Francesca, un’amica di Guido, in una trattoria che vi consiglio, se passate da Cittadella. Si chiama Taverna degli Artisti ed è in centro (Stradella Della Mura Rotta, tel 049.9402317).

Taverna degli Artisti (entrata)
Taverna degli Artisti (entrata)

Sabato era piena di bolognesi. Due tavoli di giornalisti, per il resto tifosi in trasferta. Solo una tavolata era prenotata da autoctoni e doveva trattarsi di un pranzo di famiglia, dopo una cerimonia o qualcosa di simile, visto che i due bambini seduti al tavolo erano vestiti a festa, con tanto di cravattino rosso per lui tale e quale a quello del babbo.

antipasto di polenta, salsiccia e radicchio
antipasto di polenta, salsiccia e radicchio
frapposta ai ferri con patate e peperoni
fracosta ai ferri con patate e peperoni

Ci hanno portato un Cabernet Franc della Tenuta Dalle Ore del 2012 che ha accompagnato in maniera impeccabile il pranzo. Con un antipasto, un secondo con contorno, acqua, vino e caffè si va via satolli spendendo 30 euro.

Per il post partita l’amica Arianna ci aveva consigliato di far tappa a Padova per un aperitivo al chiosco del pesce in piazza delle Erbe, sorseggiando un bicchiere di vino nei baretti limitrofi (una volta ci andammo assieme, con Marco ed Errico e fu una sosta assai piacevole). Arianna ed Errico proponevano anche un ristorante per gli amanti della carne (nel caso specifico di cavallo) vicino a Padova (dal centro sono 25 minuti): Trattoria da Mario a Saonara (via Vittorio Emanuele II, 32a 35020 Saonara, Tel: 049.640218 – 340.5656166). Dato che sono amici da una vita, quindi mi fido oltremodo dei loro consigli, vi segnalo anche questo ristorante, se passate da Padova, amate la carne di cavallo e non volete spendere una follia. Oggi la squadra cittadina gioca in serie D, quindi si spera per tutti che il viaggio in questione non sia di natura calcistica. Padova è una città deliziosa, tutta da visitare (partendo dalla Cappella degli Scrovegni di Giotto, ça va sans dire).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *