Rimasugli
Rimasugli

Andate e portatevi a casa un pezzo di Bologna.

Ma in primis un sorriso, che vale ancor di più. Ve lo regaleranno i muri di Bologna, fotografati da un amico, nonché giornalista: Leonardo Vicari. Con il suo iPhone ha immortalato negli ultimi quattro anni le scritte più buffe, ironiche, caustiche, talvolta pure poetiche lette sui muri della città. Le ha raccolte e stampate in piccolo formato. Faranno parte di una mostra che inaugura il 31 marzo e rimarrà aperta fino alla fine di maggio. I colorati “Rimasugli”, questo il nome scelto per l’esposizione all’Altotasso (piazza San Francesco, dalle 16.30 alle 3 di notte), saranno in vendita al prezzo di 2-4 euro. Qui ne vedrete alcuni. La mia foto preferita, tra quelle che ho avuto modo di vedere (saranno più di 200, le foto in mostra), è la prima che posto qui sotto. La vostra sarà probabilmente un’altra.

Rimasugli
Rimasugli

Dietro a ogni frase scritta c’è un pensiero, un attimo, una città. Condivisa. Per rileggere Bologna, ripercorrendola di strada in strada, di muro in muro, questa mostra è un’occasione preziosa. Eccone le prime parole.

Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli
Rimasugli

Ps: via Malcontenti è la strada in cui ho trascorso i miei primi anni di vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *