Nonna Rosa
Nonna Rosa

Tu sei troppo buona. Se la sentenza arriva dalle tue amiche del liceo, quelle che ti conoscono da quando avevi Guccini nel walkman e indossavi esclusivamente maglioni di tre taglie più grandi, devi tenerne conto. Se poi è relativa ai giudizi sui posti che frequenti, dai locali ai ristoranti, visto che in passato ci hai mangiato mille volte assieme, ancor di più. 

L’altra sera ho colmato in compagnia delle amiche del liceo una lacuna e un senso di colpa in una cena soltanto. Non ero mai stata da Nonna Rosa, in via Piave, ristorante di cui avevo sentito parlare infinite volte e sempre piuttosto bene. E’ sempre pure piuttosto pieno, e lo era anche a metà settimana, quindi ci hanno accomodato in veranda.

Nonna Rosa
Nonna Rosa

Abbiamo passato metà della serata a discutere di cibo, trovandoci in disaccordo sulla maggior parte dei giudizi relativi a nuovi e vecchi locali cittadini. Probabilmente non sono troppo buona, semplicemente abbiamo gusti differenti nonostante l’amicizia di vecchia data. In realtà, infatti, soprattutto negli ultimi due anni, quelli che coincidono con l’esistenza di questo spazio web, la nascita di Grand Tour Bologna e con la proliferazione di spazi destinati ad attività gastronomiche in città, ho scoperto la presenza di moltissime officine del cibo che non mi convincono. Restano fuori da qui e dalla guida che ho scritto con Giorgia. Poi, come per le persone, ci sono attività che hanno un talento spiccato o una qualità unica che può minimizzarne i difetti e renderle speciali. Succede.

Alla fine della serata è successo proprio questo. A metterci tutte d’accordo sulla cena e a far promuovere un locale assai curato pure nella cornice (belle entrambe le sale, sia quella con le locandine di cinema alle pareti, sia quella decorata con foto di celebrity alle prese con una tazzina di caffè), ci ha pensato la cotoletta alla bolognese. Buonissima. Differente da quella di Osteria Bottega (forse la migliore, in città) ma ugualmente vincente. E pure enorme. Ne avevamo prese due in quattro, tagliandole a metà, e abbiamo faticato a finirle.

Se gli antipasti (un assaggio di crescentine con salumi, sottaceti e squacquerone) e primi (tagliatella classica al ragù, per me) ci avevano trovato distanti nei giudizi (in questo caso, in effetti, il voto più alto sarebbe stato il mio), la cotoletta ci ha felicemente riunito. Come ai tempi della scuola.

Alla fine siamo uscite felici per aver trascorso una piacevole serata assieme, spendendo il giusto, e per aver trovato un posto in cui tornare e da consigliare. Per la cotoletta, in primis. Ma anche per accogliere le chiacchiere di 4 amiche di vecchia data che per nulla al mondo rinuncerebbero a discutere con gusto, in particolar modo in un ambiente accogliente e davanti a un buon piatto della tradizione.

Nonna Rosa menu
Nonna Rosa menu
crescentine
crescentine
raviolacci
raviolacci
tagliatelle
tagliatelle
cotoletta alla bolognese
cotoletta alla bolognese
esterno Nonna Rosa
interni Nonna Rosa

TRATTORIA NONNA ROSA

via Piave 31

Tel. 051.6153921

Chiusura: lunedì tutto il giorno, sabato a pranzo

Sito: www.trattorianonnarosa.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *