Oltre
Oltre

Trasportate dalla curiosità di scoprire l’ultimo nato del nuovo rione della convivialità cittadina e di testare un ristorante diverso da quelli che normalmente scegliamo per ritrovarci assieme, con tre care amiche l’altra sera siamo andate da Oltre.

Il locale è stato ristrutturato con gusto, minimal negli arredi e illuminato ad arte. Non è un caso, visto che lo studio degli interni è stato affidato a Jacopo Pozzati, anima di altri spazi di gusto in città, nonché figlio dell’artista Concetto Pozzati. In sala c’è Lorenzo Costa, che proviene dalla scuola di Max Poggi e dall’esperienza al Battibecco, ristorante di famiglia. Mentre ai fornelli lavora il terzo socio: Daniele Bendanti, già chef dell’Osteria Bottega.

All’ingresso ti sollevano dal compito di aggiustare giacche e cappotti sulle sedie, riponendole nel guardaroba. E una volta seduti a tavola ti servono il menu in una busta gialla.

menu di Oltre
menu di Oltre

Il locale si è riempito poco dopo il nostro arrivo. Diverse le coppie presenti in sala (il ristorante si presta: tavoli ben distanziati, luci morbide) e, tolta una tavolata di signori di mezza età, molti giovani.

Puntano sulla tradizione i tre i primi (non a caso posti sotto la scritta “Bologna”). Mentre si varia su antipasti e secondi (“e dintorni” si legge sopra). La proposta è essenziale – 3 antipasti, 3 primi, 3 secondi –  il che non è per forza un male. Anzi, spesso è un’assicurazione per freschezza delle materie prime ed esecuzione dei piatti. Ma come facevano notare le mie compagne di tavola, se il desiderio di pasta non si coniuga con quello per la tradizione a tutti i costi, il succinto menu costringe a puntare dritti sui secondi. Non si cade male, sia chiaro, perché sia il brasato (16 euro) che il piccione (20), finanche il baccalà (16) che non amo particolarmente, sono realizzati da mani felici. Il piatto che abbiamo apprezzato di più, assieme al piccione, è stato l’assaggio di polipo su passata di ceci (12 euro), presentato tra gli antipasti.

Le porzioni non sono particolarmente abbondanti, quindi se siete buone forchette mettete in preventivo almeno tre piatti a testa. Il conto, per una cena che prevede antipasto, primo e secondo, si aggira, senza bevande, sui 40 euro.

chicca di parmigiano
pralina di parmigiano
polipo croccante
polipo croccante
guanciale di vitello brasato
guanciale di vitello brasato
baccalà
baccalà
piccione
piccione
tortino al cioccolato
tortino al cioccolato

Oltre

Via Majani 1, Bologna

Tel: 051.0066049

Chiusura: lunedì tutto il giorno, domenica sera

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *