Un firmamento di donne chef sotto il cielo di Bologna. Ecco i loro piatti (segreti) nella serata di Alma Graduate

il piatto Elisabeth Probst
il piatto Elisabeth Probst

 

Oltre venti chef donne tutte assieme. Un firmamento di stelle della cucina sotto il cielo di Bologna. Hanno brillato ieri sera, in occasione della graduation di 372 studenti master e della reunion degli alumni di Alma Graduate. La performance collettiva è andata in scena a Villa Guastavillani, sui colli cittadini. Hanno lasciato tutti entusiasti. Guardare per credere… (more…)

Notte Rosa, i locali giusti per un menu total pink

Notte rosa (foto di Giorgio Salvatori)
Notte Rosa (foto di Giorgio Salvatori)

Tutte le sfumature del rosa, in un appuntamento artistico, danzereccio, romantico e pure gourmet: il capodanno dell’estate.

Anche per un menu total pink, ci si può accomodare ai tavoli della Notte Rosa, venerdì prossimo in Riviera. Tutto si veste di rosa in Romagna, dalla prima colazione all’ultimo drink. Ecco i locali giusti per un tour colorato e gustoso. E ovviamente total pink.   (more…)

“Niente sesso, siamo bolognesi”. La rivincita di Bettina: dopo il libro, arrivano le t-shirt

Bettina Zagnoli
Bettina Zagnoli

Ho intervistato Bettina Zagnoli qualche mese fa. “Niente sesso, siamo bolognesi” era il titolo di un post sul suo blog. Voleva aprire un temporary shop nel cuore di Bologna dedicato a sex toys e non solo, ma si era vista rifiutare la richiesta dai proprietari del negozio. “La proprietà non è disposta a locarle la bottega in quanto ritiene che la vendita di lingerie e di oggetti del piacere non sia consona ai propri locali”, le era stato risposto. “L’ossimoro del giorno”, aveva chiosato Bettina ricordando la fama della gaudente Bologna. (more…)

Sotto le stelle del cinema, tutti i film da non perdere

Cinema sotto le stelle (foto di Massimo Paolone)
Sotto le stelle del cinema (foto di Massimo Paolone)

Se non fosse per il clima, Bologna andrebbe vissuta e goduta d’estate. Si fa più bella. E divertente. Si veste d’abiti sbarazzini, non dimentica di avere un cervello (anzi, lo sfoggia appena può) e si trasforma in una compagna di giochi e di vita piacevolissima. Tra gli appuntamenti che non si possono perdere c’è il cinema in piazza. Non una piazza qualsiasi. Per gustarsi le proiezioni della Cineteca (una delle eccellenze culturali di cui la città può andar fiera) ci si accomoda tra Palazzo del Podestà, Palazzo dei Banchi, Palazzo d’Accursio e la Basilica si San Petronio. Bologna mette a disposizione il suo salotto migliore per il cinema. Cinquantuno sere d’estate in una “sala” tra le più belle del mondo. Cinquantuno sere d’estate in piazza Maggiore, Sotto le stelle del Cinema, dal 20 giugno al 14 agosto. Non è meraviglioso? (more…)

Per un calcio intelligente (e solidale)

Pallone Equosolidale
Pallone Equosolidale

A quel calcio che mi ha fatto divertire, dannare e innamorare ho dedicato gran parte della mia vita lavorativa. Nonostante il fango in cui rotola troppo spesso il pallone, per me resta ancora il gioco più bello del mondo. Per alcuni però è solo un compagno di sventura.

Non mi riferisco al popolo degli allergici al calcio, costretti a sciropparsi loro malgrado trasmissioni e discussioni infinite sui massimi sistemi pallonari, ma a coloro che il calcio lo subiscono per mancanza di alternative. Per questo, oggi che comincia il Mondiale in Brasile, mi fa piacere segnalare una bella iniziativa. Dovrebbe interessare chi ama il calcio ma anche chi semplicemente ama il prossimo. Si tratta dei “Palloni Equosolidali”, in vendita a 10 euro nelle botteghe della rete del Commercio Equo e Solidale, in cuoio sintetico, cuciti a mano da lavoratori adulti, tutelati da un salario equo e condizioni di lavoro sicure, che garantiscono ai loro bambini il diritto al gioco, alla salute e alla scuola. Se ciò che avete appena letto vi sembra la regola, beh, purtroppo vi sbagliate: non è così. E’ un’eccezione. (more…)

Brunori Sas, 10 canzoni per un concerto

Brunori SAS (foto di Giacomo Triglia)
Brunori SAS (foto di Giacomo Triglia)

Tutto merito dell’amico Renato. Io mica lo sapevo che esisteva un cantautore sotto i sessant’anni capace di incrociare i miei gusti in toto. C’è e ha giusto un anno più di me. L’ho scoperto in una di quelle domeniche “nostre”, in cui per sognare di essere in vacanza ti buttavi in autostrada all’una della domenica in direzione mare con lo stereo a palla per tre ore di sole, due di mojito e una di piadina. Correndo verso Marina di Ravenna ho conosciuto Brunori Sas. (more…)

Il derby del tortellino e quelle (belle) partite sulla via Emilia

derby del tortellino
derby del tortellino

Mentre tornavo da Modena, a fari accesi nella notte (ché poi Battisti ci ha insegnato qualcosa…), mi sono sorpresa a ricordare le infinite volte che ho percorso la via Emilia tra Modena e Bologna inseguendo un pallone.  Prima del ponte volta a destra, a quell’incrocio gira a sinistra. Non c’era navigatore ad indicarti la via, solo le dritte di chi era già stato in quei piccoli impianti dai campi spelacchiati di periferia, dove il Bologna sfidava squadre di prima categoria e promozione, per testarsi in vista dei match di campionato. Amichevoli senza valore, ma c’era una serenità tale dentro e intorno alla squadra da renderle anche divertenti.

Ieri tornavo in città da una partita diversa. All’Accademia Militare di Modena si era svolta la gara di ritorno del derby del tortellino. Bologna ha vinto anche in trasferta. Dopo il successo casalingo con i tortellini di Lucia Antonelli (Taverna del cacciatore di Castiglione dei Pepoli), la squadra bolognese ha battuto Modena con quelli di Ivan Poletti della Cantina Bentivoglio. (more…)

La crostata della domenica

crostata della domenica
crostata della domenica

Ho sempre pensato che una mente così poco matematica come la mia non potesse avere successo con i dolci. La prova tangibile di questa spiccata idiosincrasia per calcoli e tempi da rispettare l’ho avuta con tutte le crostate che negli anni ho tentato di sfornare: cattedrali di burro nel deserto del gusto. Ma se ti invitano a un pranzo fuori porta (qui, a Bologna, per pranzo fuori porta s’intende una mangiata sui colli, che siano i primi, quelli di Cremonini e la sua vespa special o quelli dove Gianni Morandi andava a bottega, poco importa), non puoi presentarti sempre con la tua torta di mele. E’ come il 4-4-2 nel calcio: classico, vincente, comodo… ma alla lunga che noia! (more…)

Parmesan e i suoi fratelli: l’italian food a NYC

Beef Bologna
Beef Bologna

A New York potreste serenamente mettervi ai fornelli e cucinare il piatto più italiano che conoscete. Le materie prime si trovano con facilità e sono pure di primissima scelta e di alta qualità. Curiosando tra vetrine e scaffali dei supermercati cittadini, si incappa però di tanto in tanto in prodotti che di italiano hanno giusto il nome. E non parliamo dei sughi pronti di Lida Bastianich e di Mario Batali. Ma del parmesan, simbolo del taroccamento contro il quale da anni (ma senza troppa fortuna fortuna) l’Italia si scaglia, e dei suoi fratelli. Non c’è solo il finto parmigiano, ma anche altri prodotti che strizzano l’occhio a Belpaese nel nome, ma che d’italiano non hanno nulla. A partire dalla Bologna beef. Ecco alcune contaminazioni (più o meno indovinate) da scaffale.  (more…)

Viaggio nel mondo di Eataly New York… con finale (di lasagne) a sorpresa

lasagne Eataly
lasagne Eataly

Se Eatalyworld, Fico per chi preferisce, sarà un successo lo scopriremo solo vivendo. Lo speriamo per la città, Bologna, che sta investendo denari ed energie in questo immenso progetto. A New York non potevamo ovviamente esimerci dal ficcare il naso nel tempio del cibo made in Italy, entrando da Eataly sulla quinta strada. Curiosando tra gli scaffali e ordinando un piatto di lasagne bolognesi. (more…)