Tag: calcio

Pausa pranzo a Cittadella, inseguendo il pallone

Taverna degli Artisti (particolare)
Taverna degli Artisti (particolare)

La serie B in fondo non è malaccio. Scopri piccole città, paesotti dimenticati da Dio. Entri in stadi che hai sentito solo nominare e che sono sempre più piccoli e sgarrupati di quel che immagini, ma spesso l’accoglienza risulta migliore delle grandi cattedrali del calcio nostrano. Se segui una squadra che mira a risalire hai anche la possibilità di scrivere più di vittorie che di sconfitte o di scialbi pareggi, cosa che succede più di frequente in A se quella stessa squadra mira a salvarsi. (more…)

Trasferta in Abruzzo con post partita di arrosticini e pizza

Pescara d'inverno
Pescara d’inverno

Seguendo cuore e pallone sono tornata in Abruzzo. Dopo Lanciano-Bologna, ultima partita del girone invernale, sono finita in un nuovo accogliente posticino che vi suggerisco, se passate da Pescara, siete indecisi tra arrosticini e pizza, non volete spendere follie, e magari cercate pure una location piacevole allo sguardo, per cenare. Se seguite il Bologna calcio, poi, troverete in veranda una curiosa sorpresa…
(more…)

Il romantico bar sport del Picchi e qualche consiglio per mangiar bene a Livorno

Livorno-Bologna
Livorno-Bologna

Ci sono stadi che vanno visti almeno una volta nella vita (professionale). Uno che ricordavo con nostalgia e in cui sono tornata con grande gioia è il Picchi di Livorno. Per chi fa il mio mestiere non è comodissimo: la tribuna stampa è un alveare angusto, dove se per caso sei un po’ abbondantello di pancia (o semplicemente come me hai una mega borsa) fatichi ad entrare e devi dimenticarti gli schermi dove rivedere le azioni clou in replay. Almeno il campo è a ridosso degli spalti e non servono dieci decimi per capire chi segna o chi invece cicca il pallone. Ma in suo tesoro è sepolto sotto la tribuna. Al Picchi c’è il bar più romantico della serie B (ma anche della serie A) del nostro calcio. (more…)

Per un calcio intelligente (e solidale)

Pallone Equosolidale
Pallone Equosolidale

A quel calcio che mi ha fatto divertire, dannare e innamorare ho dedicato gran parte della mia vita lavorativa. Nonostante il fango in cui rotola troppo spesso il pallone, per me resta ancora il gioco più bello del mondo. Per alcuni però è solo un compagno di sventura.

Non mi riferisco al popolo degli allergici al calcio, costretti a sciropparsi loro malgrado trasmissioni e discussioni infinite sui massimi sistemi pallonari, ma a coloro che il calcio lo subiscono per mancanza di alternative. Per questo, oggi che comincia il Mondiale in Brasile, mi fa piacere segnalare una bella iniziativa. Dovrebbe interessare chi ama il calcio ma anche chi semplicemente ama il prossimo. Si tratta dei “Palloni Equosolidali”, in vendita a 10 euro nelle botteghe della rete del Commercio Equo e Solidale, in cuoio sintetico, cuciti a mano da lavoratori adulti, tutelati da un salario equo e condizioni di lavoro sicure, che garantiscono ai loro bambini il diritto al gioco, alla salute e alla scuola. Se ciò che avete appena letto vi sembra la regola, beh, purtroppo vi sbagliate: non è così. E’ un’eccezione. (more…)

Il derby del tortellino e quelle (belle) partite sulla via Emilia

derby del tortellino
derby del tortellino

Mentre tornavo da Modena, a fari accesi nella notte (ché poi Battisti ci ha insegnato qualcosa…), mi sono sorpresa a ricordare le infinite volte che ho percorso la via Emilia tra Modena e Bologna inseguendo un pallone.  Prima del ponte volta a destra, a quell’incrocio gira a sinistra. Non c’era navigatore ad indicarti la via, solo le dritte di chi era già stato in quei piccoli impianti dai campi spelacchiati di periferia, dove il Bologna sfidava squadre di prima categoria e promozione, per testarsi in vista dei match di campionato. Amichevoli senza valore, ma c’era una serenità tale dentro e intorno alla squadra da renderle anche divertenti.

Ieri tornavo in città da una partita diversa. All’Accademia Militare di Modena si era svolta la gara di ritorno del derby del tortellino. Bologna ha vinto anche in trasferta. Dopo il successo casalingo con i tortellini di Lucia Antonelli (Taverna del cacciatore di Castiglione dei Pepoli), la squadra bolognese ha battuto Modena con quelli di Ivan Poletti della Cantina Bentivoglio. (more…)

Trasferta a Verona, tre indirizzi da segnarsi

in osteria
in osteria

Ci sono partite che sarebbe meglio dimenticare. Tipo quelle attentano alle virtù del gioco più bello del mondo. Tipo l’ultima del Bologna contro il Chievo. Ma se segui il Bologna per lavoro, e sei nato sul finire degli anni Settanta, di partite del genere ne hai già viste a iosa. E ne hai già scritto infinite volte. Te ne sei fatto una ragione, insomma. Lo spirito di sopravvivenza ti porta però a trovare qualcosa di bello, che riesca almeno in parte a ritoccare il ricordo di quel censurabile match, photoshoppando tutte le brutture viste in campo. Da Verona, oltre a due gol di Paloschi e la rete di Rigoni, e la violenza fatta al gioco più bello del mondo da parte dei rossoblù, mi sono riportata a Bologna tre indirizzi utili per la prossima trasferta nella città di Giulietta. Un’osteria, una gelateria e una pizzeria. (more…)